Dott. Stephen G.Cavallino

Dott. Stephen G.Cavallino

Quando è utile la Proloterapia

La proloterapia è principalmente mirata a stimolare la rigenerazione del collagene, che in questi tessuti è debole e causa d’instabilità di tendini e legamenti. La proloterapia risulta dunque molto efficace per:

  • Trauma distrattivo (stiramento muscolo-tendineo)
  • Trauma distorsivo (stiramento di un legamento)

Cos’è la proloterapia?

La proloterapia è una terapia rigenerativa americana utilizzata negli U.S.A da circa 60 anni. La proloterapia è definita anche terapia non chirurgica per la ricostruzione di legamenti, tendini e articolazioni dell’apparato muscolo-schelettrico. La proloterapia è una vera soluzione non chirurgica per chi soffre di dolori cronici. Finalmente i pazienti possono stare senza farmaci, senza riposo o inabilità lavorativa perchè il dolore che ne era la causa non c’è più.

In che cosa consiste?

La proloterapia è un trattamento d’infiltrazione mirato ai tessuti lesionati e deboli. Viene utilizzata una soluzione di glucosio (zucchero + acqua) che viene infiltrata direttamente nel legamento o nel tendine che è “fissato” all’osso. In questa area dopo l’infiltrazione di glucosio si viene a creare una reazione infiammatoria locale acuta con incremento dell’irrorazione sanguigna ed attivazione dei processi di riparazione cellulare che determinano una vera e propria “autoriparazione” del tessuto. Necessita di almeno 3 trattamenti. Si consiglia una seduta ogni 2 settimane.

La proloterapia è utile per i seguenti casi clinici:

  • Disturbi dolorosi dell’apparato muscolo-scheletrico
  • Artrite – artrosi
  • Mal di schiena
  • Dolori al collo
  • Fibromialgia
  • Discopatia del rachide
  • Traumi sportivi
  • Colpo di frusta rachide-cervicale
  • Sindrome del tunnel carpale
  • Tendiniti
  • Lesione parziale di tendini, legamenti e cartilagine (es. cuffia rotatori della spalla)
  • Dischi e ossa degeneranti
  • TMJ (ATM – dolore mandibolare)
  • Sciatalgia
  • Emicrania
  • Metatarsalgia (neuroma di Morton)

 

La Neuroproloterapia

La Neuroproloterapia affianca la tradizionale proloterapia (terapia rigenerativa che stimola la guarigione del tessuto connettivo legamentoso e tendineo) trattando ad un livello più superficiale le alterazioni sottocutanee dovute all’infiammazione neuropatica. L’effetto finale della terapia da un punto di vista biologico consiste nell’inibire l’effetto della sostanza P e del CGRP (Calcitonin Gene Related Peptide), diminuendo in tal modo l’infiammazione neurogena. Questo stimola la normale proliferazione del fattore di crescita Neuronale e la riparazione del nervo, riducendo il dolore.

La Neuroproloterapia è indicata per:

  • Cicatrici dolorose post chirurgiche o post traumatiche
  • Cefalea ed emicrania
  • Nevralgia del Trigemino e tutte le forme di nevralgia
  • Neuroma di Morton
  • Tutte le forme di tendinopatie
  • Blocco del rachide lombare/cervicale
  • Algie post intervento chirurgico e neo-protesi
  • Gonalgia sia acuta che cronica
  • Tutte le patologie acute post traumatiche

Hai bisogno di informazioni...Siamo a tua disposizione

Contattaci